Nero d’ Avola Wine NDA. Agrigento, 11 Maggio 2018 giornata internazionale del vitigno principe di Sicilia

Nella calda Sicilia, tra l’azzurro del mare e il giallo ocra della terra, fa bella mostra di sé un Principe. E’ avvolto in un elegante mantello colore rosso rubino e profuma di liquirizia, chiodi di garofano, tabacco… Vanta origini antichissime e un nobile nome: “Calavrisi”, da Calea sinonimo siciliano di racina, cioè uva, e “Aulisi” nome dialettale di Aula, cioè Avola, che significa “uva di Avola”; ma è oramai conosciuto in tutto il mondo come: il Principe dei vitigni siciliani “Nero d’Avola”.

Le sue origini si intrecciano allo sviluppo della viticoltura che approda in Sicilia con i colonizzatori greco-micenei, attorno al secondo millennio, e il suo allevamento viene curato anche dai Romani, dai Normanni e dagli Aragonesi. Utilizzato per secoli quasi esclusivamente per il taglio, il Nero d'Avola solo a partire dalla fine dell’ottocento, soprattutto quello proveniente da Pachino, riesce a farsi conoscere e molto apprezzare dai commercianti francesi per la corposità e il colore che dona unendosi ai loro vini. Intorno agli anni settanta del novecento, la grande svolta:  grazie alla vinificazione in purezza si scoprono tutte le sue qualità e diventa famoso nel mondo.

Il vitigno principe Nero d’Avola è adesso il più diffuso in Sicilia con le sue notevoli estensioni vitate, la maggior parte nei territori di Eloro, Pachino e Noto, in provincia di Siracusa; è coltivato con forme ad alberello o a spalliera e viene potato corto. Non soffre di problemi climatici e malattie e fornisce uve con alte concentrazioni zuccherine. Grazie al cambio di allevamento e l’introduzione di particolari criteri, oggi abbassa il suo contenuto di zuccheri e aumenta l’acidità delle uve.

Invecchia pure bene, il vino ottenuto da uve Nero d’Avola assume col tempo un colore rosso rubino intenso con sfumature violacee che tendono al granato e un sapore intenso di sfumature di cioccolato, carruba e aromi terziari di cuoio. La gamma olfattiva spazia in complessità in base alla zona di produzione: quella classica è nel sud-est dell’isola, tra Noto e Pachino, da cui si ottengono note più eleganti e raffinate con sentori di frutta secca, mentre la zona centrale restituisce un retrogusto di frutta rossa, balsamico e speziato; infine, i vini della Sicilia occidentale ottenuti da questo vitigno antico sono particolarmente forti e piuttosto tannici.

Il principe Nero d’Avola si accompagna piacevolmente con carni rosse, arrosti, selvaggina e formaggi stagionati, facendo attenzione a mantenere la temperatura di servizio di 18  gradi per garantire la piena espressione di tutte le sue qualità e vi assicuro...non delude mai!

Al vitigno principe della Sicilia, il prossimo 11 Maggio nella storica città di Agrigento alla presenza di importatori, buyer, giornalisti e winelovers provenienti da tutto il mondo riuniti per viverne e raccontarne le sensazioni sarà dedicata la giornata internazionale del Nero d’ Avola.

Il primo appuntamento avverrà di mattina nella Valle dei Templi per un percorso archeologico dove la storia della Grecia si intreccia con quella del vino diventando realtà attraverso la visita alle antiche vigne di CVA Canicatti’.

Seguirà:

Ore 15:00 Seminario:

“L’evoluzione produttiva del Nero d’ Avola, principe dei vitigni siciliani, dalle sue origini ad oggi, Prospettive future.”

  • Incontro con:
  • Riccardo Cotarella – Enologo
  • Salvo Foti – Enologo
  • Tonino Guzzo – Enologo
  • Vittorio Festa – Enologo
  • Carmelo Sgandurra – Master Sommelier ed autore della NDA – Guida del Nero d’Avola
  • Modera Davide Gangi – Editor di Vinoway

Ore 17:00 Masterclass dedicata alla migliore produzione di Nero d’Avola: a confronto zone areali e vini raccontati dai produttori.

Ore 19:00 Apertura dei Banchi d’Assaggio, per consentire al pubblico di degustare e scoprire i vini e le diverse realtà produttive.

L’esperienza con i buyer continuerà anche nei giorni successivi fino a lunedì 14 maggio con un intenso programma di visite nelle cantine del territorio.

Per maggiori informazioni visita il sito: https://www.nerodavolawine.com


Winery Tasting Sicily