Drammaturgia contemporanea quella che la quinta edizione di Sciaranuova Festival propone quest'anno ai suoi fedeli estimatori. Senza luoghi comuni e falsi buonismi, verranno affrontati temi che come il proverbiale lupo delle favole si imporranno nella normale conversazione proposta da TV, giornali e web per diventare il centro dell'attenzione e della riflessione dei presenti che potranno così godere di punti di vista originali, di nuove prospettive, di forme e  parole non banali, concedendosi una vacanza da retorica e luoghi comuni.

La nuova direttrice artistica della rassegna prodotta da Planeta, Ottavia Casagrande, ha infatti scelto di portare sull'Etna nel “Teatro in Vigna” a Sciaranuova un teatro italiano innovativo, spigliato e dalle tematiche attuali, proponendo un’anteprima nazionale: NEGRI SENZA MEMORIA di e con Alessandro Berti; una prima regionale: PEDIGREE di Enrico Castellani e Valeria Raimondi con Enrico Castellani e Luca Scotton; ZIBALDINO AFRICANO, Acqua di colonia – prima parte di e con Elvira Frosini e Daniele Timpano, Finalista Premio Ubu 2017 come miglior nuovo testo italiano; e una grande chiusura con GLI ALTI E BASSI DI BIANCANEVE Favola per bambini e adulti con Italia Carroccio, Davide Celona, Daniela Macaluso, regia della eclettica e bravissima Emma Dante.

Lo spettacolo sarà la parte centrale di una splendida serata preceduta dalla  "Storia e Paesaggio", durante la quale degustare i vini Planeta al tramonto, insieme al racconto delle vigne, immersi nel panorama del vulcano, della valle dell’Alcantara e dei Monti Nebrodi che si stagliano sullo sfondo.

Scopri i dettagli sul programma di Sciaranuova Festival 2019: https://bit.ly/2N07TaA


Santa Di Mauro