Nel 20/esimo Annual Wine Star Awards, la prestigiosa testata americana Wine Enthusiast ha assegnato il premio "Cantina Europea dell'Anno" a Tasca d'Almerita con la seguente motivazione: "L'impegno assunto dalla famiglia Tasca d'Almerita per la viticoltura sostenibile in Sicilia ha avuto un'influenza estremamente positiva sul vino, sull'ambiente e sulle altre cantine anche in tutta Italia, migliorando la qualità e diffondendo il messaggio di sostenibilità".

Un prestigioso riconoscimento, una prima volta per la Sicilia che alla cena di gala al Palace of Fine Arts di San Francisco, il 27 gennaio 2020, vedrà nella persona di Alberto Tasca il coronamento di una lunga storia di impegno e di rispetto tra la terra e l’uomo. Un profondo legame che dura da ben 190 anni e lega ben otto generazioni alla vigna; un impegno responsabile oggi espresso dalle parole di Alberto Tasca “Per noi produttori di vino a livello artigianale e familiare, è molto importante essere attenti nelle scelte che determinano la salute del territorio in cui viviamo e lavoriamo. Così come è necessario misurare l'impatto di ogni azione. L'obiettivo non è produrre vini sostenibili, ma produrre vini buoni ed eleganti in modo sostenibile.”

Attenzione e intuizione che spinsero nel 1959 il conte Giuseppe Tasca d'Almerita a piantare il primo alberello Perricone e Nero d'Avola e a dare vita al primo vino da vigna unica in Sicilia: Riserva del Conte, da tutti poi chiamato Rosso del Conte iniziando il percorso di crescita enologica di una regione ricca ma ancora poco consapevole della sua forza. Un territorio quello siciliano particolarmente vocato che dalla famiglia Tasca è stato sempre più valorizzato estendendosi, dalla Doc Contea di Sclafani a Regaleali a Capofaro nell'isola di Salina, Tascante sull'Etna, alla tenuta Whitaker nell'antica isola di Mozia a Sallier de La Tour nella Doc Monreale e che valorizzato grazie al SOStain, protocollo di sostenibilità per la viticoltura siciliana, basato su dieci requisiti minimi di sostenibilità, ha potuto esprimere in modo pieno e autentico tutto il potenziale qualitativo dei suoi vini. Il riconoscimento oggi assegnato è conferma del fatto che
“Fare il vino significa avere una grande fortuna ma è soprattutto un'immensa responsabilità” come la storia della cantina siciliana Tasca d’Almerita testimonia.


Winery Tasting Sicily