Cantine Aperte 2023: Un’indimenticabile celebrazione dei 30 anni del Movimento Turismo del Vino

Scoperte enologiche, tradizioni vinicole e paesaggi incantevoli nel territorio di Trapani. Raccontiamo le visite in cantina nelle aziende Assuli, Cantina Chitarra e Funaro.

0
446
Cantine Aperte 2023: Un'indimenticabile celebrazione dei 30 anni del Movimento Turismo del Vino
Cantine Aperte 2023: Un'indimenticabile celebrazione dei 30 anni del Movimento Turismo del Vino

Cantine Aperte 2023 è stata un evento straordinario che ha celebrato i 30 anni del Movimento Turismo del Vino, un momento di festa e di condivisione per gli amanti del vino e dell’ospitalità. 

Durante questa edizione speciale, Winery Tasting Sicily ha accompagnato i partecipanti alla scoperta del territorio di Trapani facendo tappa in tre cantine: Assuli, Cantina Chitarra e Cantina Funaro.

Un bel sole ha illuminato queste giornate di fine maggio e reso perfetta l’atmosfera primaverile delle vigne che è stata pienamente goduta da un ricco numero di partecipanti all’evento. 

Anche noi di Winery Tasting Sicily, circondati da splendidi tappeti verdi, ci siamo lasciati incantare dalla natura e dai racconti dei produttori. La loro storia, la maestria e la passione che mettono nella tutela del territorio e nella creazione dei vini rappresenta la vera forza della tradizione vinicola locale, egregiamente espressa con un intenso lavoro di squadra che crea famiglia. 

L’organizzazione di queste giornate, infatti, ha visto in tutte e tre le cantine la partecipazione dei diversi dipendenti che hanno organizzato la più bella delle feste e garantito la migliore delle accoglienze. 

Le cantine visitate hanno comunicato motivazione e dedizione per i valori umani, della sostenibilità e della valorizzazione delle risorse locali.

Durante l’evento, abbiamo avuto l’opportunità di conoscere da vicino la mission delle cantine, i loro metodi di produzione e le varietà di uve coltivate.

Queste le cantine visitate:

Assuli

La prima cantina visitata, Assuli, con i suoi 120 ettari di proprietà situati nel lembo più occidentale dell’isola, incarna l’unione tra tradizione ed innovazione in un luogo magico. Il baglio Assuli, che in dialetto significa “Al Sole”, è una splendida e funzionale struttura sita in Contrada Carcitella a Mazara del Vallo (TP). Qui, Roberto insieme a Nicoletta e Michele, terza generazione della famiglia Caruso, con impegno e apertura all’innovazione, conducono l’azienda verso nuovi traguardi, preservando l’antico sapere che si traduce in un vino di assoluta genuinità e carattere. 

In difesa dell’ambiente, come ci racconta Roberto, l’azienda Assuli adotta la coltivazione biologica, scelta che sottolinea ulteriormente l’impegno a seguire un modello di sviluppo sostenibile. Le uve sono coltivate senza l’utilizzo di agenti chimici di sintesi nei vigneti e in cantina la vinificazione avviene in modo molto attento e controllato garantendo genuinità e naturalità.

Nota caratteristica della cantina, che strutturalmente si caratterizza per gli immensi, ordinati e attrezzati spazi, è la sperimentazione e il recupero di vitigni autoctoni. Progetto che ha già registrato importanti successi con l’ottima valorizzazione del vitigno Perricone che abbiamo degustato nella sua espressione rosata “Fiordispina” e nel premiato Tre Bicchieri “Furioso”. Perché questi nomi? perché l’azienda onora la Sicilia attraverso vini che rappresentano ciascuno un personaggio dell’Orlando Furioso; offrendo un viaggio ai limiti dell’immaginazione, ricco di connessioni con l’arte e con la letteratura siciliana.

Se desiderate scoprire le altre etichette di Nero d’Avola, Zibibbo, Insolia, Lucido, Grillo e Syrah nel luogo in cui prendono vita vi consigliamo di visitare il Baglio Assuli.

Cantina Chitarra

La seconda cantina visitata è Cantina Chitarra. Custode di una storia centenaria, Cantina Chitarra prende il nome dall’omonima contrada marsalese in cui è sita. La coltivazione aziendale, in circa 600 ettari, di 11 varietà autoctone e 9 varietà alloctone avviene nel pieno rispetto dell’ambiente e della tradizione con il forte obiettivo di creare vini in armonia con il territorio che ben caratterizzino la Sicilia nel mondo. In occasione di Cantine Aperte 2023 Cantine Chitarra ha organizzato, nella sua splendida terrazza, la prima grande apertura al pubblico. L’evento ha registrato una sentita partecipazione; l’accoglienza di Giacomo Manzo, Latifa Kaouaoua, Vincenzo Genna e l’impegno di tutti i componenti del team di Cantina Chitarra, insieme all’agenzia di comunicazione Tamaco, sono stati fondamentali per creare il ricordo di una giornata speciale ai 340 wine lovers partecipanti. Si è vissuta una giornata rigenerante durante la quale lo sguardo si è allungato su una vasta vallata vitata godendo delle meraviglie che Madre Natura, se rispettata, sa incorniciare per noi. Il palato si è deliziato con un abbondante buffet di genuini prodotti gastronomici locali e con il vino di Cantina Chitarra in degustazione. La musica e le chiacchere in amicizia hanno fatto il resto per rendere la condizione di benessere completa. 

Il calore dell’ospitalità siciliana, che potrete apprezzare scegliendo tra le numerose proposte enoturistiche organizzate dalla Cantina, la ricca produzione dei vini nel rispetto dell’ambiente e di importanti valori, la scoperta dell’etichetta “Il Gattopardo” che tanto farà parlare di sé nel prossimo futuro sono le note caratteristiche che abbiamo colto in occasione di questa interessante e piacevole visita.

Cantina Chitarra Winery Tasting Sicily

Cantina Funaro

La terza cantina si trova a Santa Ninfa, su una piccola collina che domina la Valle del Belice. La Cantina Funaro già dal logo ben comunica la sua identità: semplicità e sicilianità. Le tre piccole lunette costituenti il logo indicano le tre punte della Sicilia e consentono alla nostra mente, secondo il principio della percezione gestalt della chiusura, di completare la figura e di vedere per intero la bella forma dell’isola. (tranquilli, non abbiamo bevuto!) Inoltre, sono simbolo dei tre fratelli Tiziana, Clemente e Giacomo che, rinnovando le loro vite, hanno deciso nel 2003 di mettere a frutto le personali competenze in questo progetto di valorizzazione di un territorio tanto amato. L’azienda Funaro è una bella realtà ecosostenibile; i circa 65 ettari di vigneti situati tra i comuni di Salemi e Santa Ninfa sono coltivati coniugando il rispetto della tradizione con i moderni metodi di agricoltura biologica. Nel 2011 l’azienda agricola ha raggiunto un importante traguardo: la certificazione “Bio”. Anche nell’azienda familiare Funaro tutte le risorse umane collaborano alla riuscita dell’evento Cantine Aperte, annualmente atteso e di successo garantito. Il clima è festoso, si degusta il vino abbinato con cura a piatti buoni e genuini, si balla e ci si diverte. L’accoglienza dei padroni di casa è attenta e affettuosa; la presenza di una foresteria organizzata per accogliere operatori, giornalisti ed enoturisti, in un ambiente caldo e confortevole, dove assaporare il vero relax della vita agreste conferma una precisa filosofia di vita autentica e generosa.

Il Metodo Classico Dosaggio Zero Grillo DOC e la Vecchietta sono i due assaggi di cui facciamo solo cenno per incuriosirvi e invitarvi a scoprirli da soli, insieme al resto della produzione, durante la visita alla Cantina Funaro. La vecchietta, in particolar modo, già dall’etichetta racconta tanto: Radici profonde, identità e terroir!

In conclusione, ciascuna cantina in modo personale, unico e autentico, ha ben espresso le caratteristiche del variegato mondo del vino siciliano.

La degustazione è stata un momento di conoscenza e di confronto. I profumi degli autoctoni Grillo, Catarratto, Inzolia, Zibibbo, Nero d’Avola, Perricone ma anche dei vitigni alloctoni, che ben si esprimono nelle condizioni pedoclimatiche del territorio, ci hanno accompagnato in un viaggio sensoriale che ha fatto apprezzare la varietà dell’offerta vinicola di Trapani.

Cantina Funaro Winery Tasting Sicily

Cantine Aperte 2023 è stata davvero occasione unica per celebrare la terra, il vino e il piacere dell’ospitalità.

I partecipanti sono stati coccolati, le visite guidate hanno dato risposta a molte curiosità, i ricchi buffet hanno reso onore alle tradizioni enogastronomiche dell’areale, l’atmosfera musicale e di festa ha creato una gioia piena.

Esperienze autentiche e coinvolgenti che hanno sicuramente lasciato un segno indelebile nei partecipanti.

La combinazione perfetta tra tradizione, innovazione e amore per la terra ha reso queste giornate volute dal Movimento Turismo del Vino un successo straordinario, dimostrando ancora una volta che il vino è un patrimonio culturale da preservare e valorizzare.

Non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserveranno le prossime edizioni di Cantine Aperte, pronti a immergerci ancora una volta in un mondo magico fatto di vigneti e di passione.

Ti ricordiamo che se desideri prenotare una visita in cantina, puoi utilizzare il portale winerytastingsicily.com, scopri le Proposte enoturistiche.