Andrea Annino di Tenute Valle delle Ferle è il nuovo delegato della FIVI Sicilia Orientale

0
125
Andrea Annino di Valle delle Ferle nuovo delegato FIVI Sicilia Orientale

Catania 31/01/2022 – La Delegazione FIVI Sicilia Orientale sceglie all’unanimità come sua guida Andrea Annino di Tenuta Valle delle Ferle. Eletti, nel rispetto del Regolamento Nazionale di recente approvazione, anche i due vice delegati Carlo Scollo di Feudo Ramaddini e Carmela Pupillo dell’Azienda Agricola Pupillo.

La FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti) nasce nel 2008 con lo scopo di rappresentare la figura del viticoltore di fronte alle istituzioni, promuovendo qualità ed autenticità del vino italiano. Ad oggi conta in Italia più di 1300 iscritti.

Essere FIVI non è soltanto un ideale ma un vero e proprio modo di vivere. L’obiettivo comune rimane quello di rendere il nostro Ampelio ben noto anche qui in Sicilia esaltando quei vignaioli che, lavorando in prima persona le proprie uve per un anno intero, tutelano il forte legame tra il vino ed il suo terroir”.

 Andrea Annino, delegato FIVI

Logo della FIVI è proprio Ampelio ossia il vignaiolo, con in testa la sua uva e come ombra una bottiglia di vino. Esso riassume in sé i principi che stanno alla base dell’ideologia FIVI. Il vignaiolo FIVI, infatti, coltiva in prima persona la propria uva rinunciando all’acquisto di uva o vino a fini commerciali garantendo al consumatore che il vino abbia un forte attaccamento al territorio e ciò perché la FIVI è sostenitrice del fatto che il vino va inteso non come materia prima ma come prodotto agricolo, legato al territorio d’origine. Ampelio inoltre ha per ombra una bottiglia: il vignaiolo FIVI, infatti, non solo coltiva lui stesso le proprie uve, ma segue in prima persona tutto il processo produttivo fino alla commercializzazione (ecco perché l’ombra è una bottiglia). Il vignaiolo FIVI mira a creare un forte legame personale con i consumatori, quello che cerca è un’alleanza tra vignaioli e consumatori. Obiettivo, insomma, dei Vignaioli Indipendenti è che il vigneron resti sul territorio per fare il vino, per conservare il terroir e difendere il paesaggio.

All’interno del territorio nazionale la FIVI è aiutata nel suo lavoro dalle delegazioni locali. Risale al giugno 2019 il riconoscimento delle due delegazioni siciliane che contano in tutto 31 iscritti: la Delegazione FIVI Sicilia Orientale e la Delegazione FIVI Sicilia Occidentale, rappresentata da Marilena Barbera. La scelta di creare due delegazioni nasce con lo scopo di rendere le due entità locali più operative, abbattendo le distanze per riunirsi. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.