Il Syrah di Sicilia si racconta in una sorprendente verticale

La masterclass di Lusirà del Baglio del Cristo di Campobello conferma la piena espressione del vitigno in Sicilia

0
155
Il Syrah di Sicilia si racconta in una sorprendente verticale
Il Syrah di Sicilia si racconta in una sorprendente verticale

Il Syrah, o Shiraz, è un vitigno internazionale a bacca nera diffuso in tutto il mondo che ben si esprime in Sicilia.

Dalle origini incerte: forse originario dell’antica Persia, presso la città di Shiraz; o inizialmente egiziano, con la regina Cleopatra come grande estimatrice di vino Syrah, e poi impiantato a Siracusa, nel III sec. d. C., per volere dell’imperatore Marco Aurelio Probo (del resto è facile collegare il nome Syrah o Sirach proprio alla città di Siracusa); oppure introdotto in terra aretusea dai Greci; o, ancora, facendo riferimento al racconto di autori greci e latini, tra cui Columèlla, Marziale, Plutarco e Plinio il Vecchio, di vini molto particolari e famosi a Roma che nascevano da un vitigno a bacca nera conosciuto come Vite Allobrogica; dato che gli Allobrogi erano un’antica popolazione della Gallia Narbonese, praticavano la viticoltura nella Valle del Rodano e commerciavano vino con Roma, i francesi potrebbero rivendicarne la paternità; infine, come suggerisce il prof. Attilio Scienza, considerato che l’etimologia del nome Syrah contiene la radice indoeuropea ser, e ciò potrebbe indicare il vero luogo di coltivazione del vitigno: “una pianura ai piedi delle montagne”, forse il Syrah si identifica con il vitigno albanese Shesh, originario della zona di Durazzo.

Una cosa è certa, oggi questo produttivo vitigno, coltivato in diverse regioni italiane, ha il maggior numero di ettari vitati in Sicilia, principalmente nelle province di Palermo, Trapani ed Agrigento.

Il Syrah vive bene in territori temperati e caldi, ricchi di luminosità. Non soffre la siccità e le temperature elevate e ciò spiega perché in Sicilia ha trovato la sua terra di elezione riuscendo a donare il meglio di sé. In purezza o in uvaggio con il Nero d’Avola dona vini morbidi, dalla caratteristica nota speziata, molto richiesti dal mercato.

Un vino dalla intrigante e forte personalità con colore rosso scuro, intenso bouquet (pepe, mirtilli, frutti di bosco, spezie, tabacco, cacao, liquirizia), e possente struttura dai tannini di grana fine e inconfondibile persistenza finale.

Guida ai Vini di Sicilia AIS 2023, masterclass sul Syrah DOC Sicilia dell’azienda Baglio del Cristo di Campobello.

In occasione della presentazione della Guida ai Vini di Sicilia AIS, in una delle masterclass della giornata, si è puntato i riflettori su un elegante e avvolgente vino Syrah DOC Sicilia, premiato quest’anno con le 4 viti AIS. Il vino di cui parliamo si chiama semplicemente Lusirà, viene prodotto nel terreno misto calcareo-gessoso di giacitura collinare del territorio di Campobello di Licata, nella provincia agrigentina, dall’azienda Baglio del Cristo di Campobello della famiglia Bonetta.

Espressione di un territorio unico, che dista solo 8km dal mare di Licata e presenta escursioni termiche anche di 20 gradi, Lusirà di Cristo di Campobello, degustato nella prospettiva dinamica ed evolutiva di ben nove annate, conferma la bontà di un prodotto che perfettamente mantiene nel tempo il suo distintivo profilo.

Unicità dell’appezzamento di vigna, in cui affondano le radici del vitigno, e attenzione umana nella coltivazione delle uve e produzione del vino sono la nota costante nelle diverse sfumature di espressione del Lusirà, dovute alle condizioni meteoclimatiche delle diverse annate.

I calici dei Lusirà 2017-2016-2015-2013-2012-2011-2009-2008 e 2007 parlano la stessa lingua. Quella del dialetto siciliano: “Comu l’amu chiamari lu Syrah?” chiesero i figli Mimmo e Carmelo a papà Angelo e la risposta fu semplice e genuina in linea con la filosofia di rispetto e valorizzazione della tradizione da sempre alla base dell’importante operato della famiglia Bonetta.

Credere nel proprio territorio, nelle sue risorse, e valorizzarlo con prodotti di eccellenza questa è l’anima del Lusirà -Baglio del Cristo di Campobello.

La masterclass di Lusirà del Baglio del Cristo di Campobello conferma la piena espressione del vitigno in Sicilia
La masterclass di Lusirà del Baglio del Cristo di Campobello conferma la piena espressione del vitigno in Sicilia

Tutte le annate presentano spessore olfattivo, l’acidità sorregge sempre la struttura del vino e crea il perfetto equilibrio con un tannino ben presente, ma non invadente.

Nelle annate più giovani il frutto è quasi acerbo, ancora acido e con nota erbacea. Nella 2016 la nota di pepe nero, così come nella 2012 la nota mentolata sono tratti distintivi estremamente piacevoli di vini vivaci che ti invitano a un nuovo sorso.

Lusirà 2009 presenta già sentori di frutta surmatura, pellame, cuoio, idrocarburi che sono tipici di un vino maturo che sta evolvendo ma non perde splendore; anzi, al palato potenzia il suo equilibrio con maggiore sapidità e freschezza.

Il colore del Lusirà 2008 è un rosso granato, quasi impenetrabile, dal bouquet complesso che si arricchisce di note vegetali e di tabacco. Il tannino si sente ma rimane elegante.

Stupisce alla grande l’annata 2007 (anno della prima vinificazione aziendale) che mantiene gioventù, con eleganza e riconoscibilità. La terziarizzazione olfattiva, la componete vegetale, i sentori fruttati, la nota mentolata sembrano confermare al naso e al palato le parole di Carmelo Bonetta “Il Syrah a Campobello di Licata ha trovato la sua terra promessa!”

In occasione della presentazione della Guida ai Vini di Sicilia AIS, in una delle masterclass della giornata, si è puntato i riflettori su un elegante e avvolgente vino Syrah DOC Sicilia, premiato quest’anno con le 4 viti AIS
In occasione della presentazione della Guida ai Vini di Sicilia AIS, in una delle masterclass della giornata, si è puntato i riflettori su un elegante e avvolgente vino Syrah DOC Sicilia, premiato quest’anno con le 4 viti AIS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.