Nocera il vitigno autoctono siciliano a bacca rossa di Messina.

Nocera: Il frutto leggendario della Sicilia ricco di storia e sapori unici.

0
604
nocera vitigno autoctono siciliano messina sicilia

Estimated reading time: 2 minutes

Nocera il vitigno autoctono siciliano a bacca rossa, tipico della zona di Messina.

Del suo antico passato si sa poco. L’inizio della produzione si fa risalire al VII secolo a.C nelle colonie greche, e come testimonia Plinio i nobili romani lo apprezzarono in particolar modo come Mamertinum. 

In tempi recenti, il Nocera per il suo ottimo vino rosso rubino venne molto coltivato soprattutto nel XIX secolo quando rese verdi le colline di Furnari (Me) anche perché venduto in Francia come vino da taglio.

“Viala e Vermorel (1901 – 10), affermarono che è molto difficile tracciare la storia di questo vitigno, per la quasi totale assenza di indicazioni certe, ma che in ogni caso è fuor di dubbio che si tratta di un antico vitigno della Sicilia”

A partire dal 1960 venne gradualmente e in parte soppiantato dai vitigni etnei Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio e anche da vitigni alloctoni. Oggi i tre vitigni siciliani, Nocera, Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, rientrano nella composizione del vino Faro DOC. Vinificato in purezza il Nocera produce un vino caldo e intenso; forte come il suo vitigno che regala acini dalle bucce spesse e scure, tendenti al blu. E’ un vino con un buon corredo aromatico che al palato risulta intenso, di corpo, ricco di acidità fissa e tannino.

grappoli di Nocera vitigno autoctono sicilia
Grappoli di Nocera vitigno autoctono siciliano.

La maturazione delle uve inizia durante la prima decade di agosto. Lo sviluppo dell’accumulo degli zuccheri, che risulta rapido nella prima fase, progredisce gradualmente fino alla seconda decade di settembre.

I vini hanno elevata gradazione alcolica e acidità totale, in ottimo equilibrio.

Il colore rosso è carico; il profumo è intenso, sentori floreali e di fruttato fresco quali ciliegia, fragola e frutti di bosco, accompagnano punte più sostenute di frutta matura e di speziato. 

Al gusto è strutturato, equilibrato e con una buona persistenza aromatica.

Le cantine siciliane dove abbiamo conosciuto il Nocera vitigno autoctono siciliano:

Altri vitigni autoctoni siciliani:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.