Sicilia in Bolle 2020: un’edizione di carattere!

Pietro Giurdanella è il primo Miglior sommelier di Sicilia. Premio Alberto Gino Grillo per le aziende Tasca d’Almerita, Tenute Lombardo e Feudo Santa Tresa.

0
163
Sicilia In Bolle 2020

La sesta edizione di Sicilia in Bolle, nonostante le difficoltà legate al presente periodo storico, è riuscita con ricchi momenti di approfondimento e di confronto a comunicare “quanto di bello e affascinante ci sia nel mondo del vino” come afferma il Presidente AIS Sicilia Camillo Privitera.

L’evento organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier delegazione di Agrigento e Caltanissetta insieme ad Ais Sicilia, con seminari e degustazioni, ha messo in luce le eccellenze nel mondo delle bollicine della nostra isola e proposto approfondimenti su altri territori nazionali e mondiali.  

ENTUSIASMO E PARTECIPAZIONE DEL PUBBLICO NELLE MASTERCLASS

Il contingentato pubblico, attento e partecipe, ha preso parte, nella giornata di sabato, alla masterclass dedicata alle bollicine siciliane. I due enologi Giacomo Ansaldi e Tonino Guzzo, guidati dalle domande della giornalista Angela Amoroso, hanno approfondito il tema del metodo di spumantizzazione Martinotti. Cristiano Cini, con la sua masterclass, ha invece condotto i partecipanti in un entusiasmante viaggio nel mondo degli spumanti: dalla Spagna alla Nuova Zelanda passando per la Germania, l’Inghilterra e il Sud Africa.

La domenica la partnership con il Consorzio Alta Langa, novità di questa sesta edizione, si è espressa nella scoperta di un territorio noto per grandi vini rossi ma anche per le interessanti espressioni spumantistiche. Le masterclass condotte, in mattinata, dal Presidente del Consorzio Giulio Bava insieme al Presidente AIS Sicilia Camillo Privitera e da Roberto Anesi con le bollicine di montagna dell’Istituto Trentodoc, nel pomeriggio, hanno approfondito la conoscenza di queste realtà.

Sicilia In Bolle 2020 degustazioni in sala.

TENSIONE ED EMOZIONE NELLA FINALE DEL MIGLIOR SOMMELIER DI SICILIA

Con una finale combattuta e avvincente Pietro Giurdanella, sommelier della delegazione di Catania, che ama definirsi “ sommelier errante”, ha conquistato il titolo di Miglior Sommelier di Sicilia accedendo di diritto alla semifinale del concorso Miglior Sommelier d’Italia.

La giuria del concorso formata da Cristiano Cini, responsabile nazionale concorsi e Presidente di AIS Toscana, Roberto Anesi, Miglior Sommelier d’Italia 2017, Camillo Privitera, Presidente di AIS Sicilia, Alessandro Carrubba, responsabile sezione concorsi regionale e Flavia Catalano, responsabile comunicazione AIS Sicilia, ha assegnato il secondo posto alla sommelier Laura Piscopo, delegazione di Agrigento, e il terzo posto ex aequo per Daniela Lucenti di AIS Ragusa e Giovanni Pistorio di AIS Taormina. Particolarmente sentito e condiviso da tutti il momento in cui, durante la loro prova d’esame, i concorrenti hanno descritto l’immenso operato di Diego Planeta.

Vincitore e finalisti sono stati premiati dal Presidente del Consorzio di Tutela Vini DOC Sicilia, Antonio Rallo che si è complimentato per la professionalità e preparazione dei concorrenti e ha ringraziato l’AIS per l’iniziativa, ulteriore “ stimolo nel mondo del vino siciliano per fare sempre di più e sempre meglio”.

Pietro Giurdanella miglior sommelier di Sicilia.

CENA DI GALA E CONSEGNA DEL PREMIO ALBERTO GINO GRILLO

La domenica agrigentina si è arricchita anche della conoscenza di due chef che hanno saputo esaltare quelle che sono le materie prime del territorio con le loro creazioni perfettamente accompagnate dalle bollicine. Il pranzo della stampa presso il ristorante La Scogliera di Siculiana, l’Osteria del Mare, è stato curato dallo chef Gambuzza che ha deliziato i commensali con la delicatezza ed eleganza dei suoi piatti. La cena di gala, presso il ristorante Madison, firmata dallo chef Antonio Di Caro, ha fatto da cornice alla premiazione del miglior spumante metodo classico siciliano e miglior spumante metodo Martinotti. Il Premio Alberto Gino Grillo è andato rispettivamente per la prima tipologia all’ Almerita Brut 2016 dell’azienda Tasca d’Almerita, mentre è stato ex equo sul metodo martinotti per il Sualtezza 650 dell’azienda Tenute Lombardo e Il Grillo Brut dell’azienda Feudo Santa Tresa.

ALLA PROSSIMA EDIZIONE DI SICILIA IN BOLLE: 3-4 e 5 LUGLIO 2021

Lo staff organizzativo di Sicilia in Bolle, soddisfatto della riuscita di questa sesta edizione, ha comunicato a conclusione della cena di gala le date della settima edizione della manifestazione.

“Se nonostante le molteplici difficoltà siamo riusciti a chiudere un’edizione che ha riscosso molto successo e che ha messo insieme momenti di grande spessore su più fronti, siamo certi che per il prossimo anno – augurandoci che la pandemia possa essere solo un ricordo – sarà un’edizione ancora più spumeggiante e ricca di emozioni, approfondimenti e ovviamente tantissime bollicine”. Appuntamento alla settima edizione di Sicilia in bolle; save the date: 3 – 4 e 5 luglio 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.