IMAKARA - Società Agricola Srl

Chi siamo

Tenuta Valle delle Ferle nasce nel 2016 per volontà di due trentenni, Claudia Sciacca e Andrea Annino. Due ingegneri profondamente innamorati del proprio territorio che hanno deciso di riprendere in mano una storia millenaria, fatta di usi ed esperienze consolidatesi nel tempo, rilevando un antico palmento del XVIII sec. circondato da 10 ettari di vigneti, i più antichi vigneti di Caltagirone, piantati così come si usava una volta “ammiscati”, ovvero alternando, in maniera assolutamente casuale nello stesso filare, viti di Nero d’Avola e Frappato. Con le loro competenze e passioni hanno ristrutturato il casale, facendone una moderna cantina. Quello che invece è rimasto invariato è il loro modo di fare il vino. Profondamente convinti che il vino sia la più autentica espressione del territorio che lo produce, Claudia e Andrea, che sin da subito hanno iniziato a lavorare in biologico, continuano, infatti, a produrre il loro Cerasuolo di Vittoria DOCG secondo la tradizione, cioè non vinificando separatamente le due varietà che lo compongono, ma lavorandole insieme sin dalla fermentazione: è così che si faceva quello che una volta si poteva chiamare Cerasuolo di Caltagirone. Il vino di cui anche Plinio il Vecchio parla, il Murgentia, con ogni probabilità l’antenato del moderno Cerasuolo, che secondo l’autore non poteva mai mancare nelle tavole dei nobili del Mediterraneo; lo stesso vino che spingeva i trafficanti Egei della colonia greca di Kamarina ad addentrarsi attraverso i territori di Niscemi e Vittoria, lungo la più antica strada del vino mai storicamente documentata, fino ad arrivare a Caltagirone, dove potevano acquistare sia il vino sia  i contenitori ceramici per la sua commercializzare. Questa storia, a Tenuta Valle delle Ferle, sono proprio Claudia e Andrea a raccontarla ai loro visitatori. Non è solo l’accoglienza ad essere seguita direttamente dai due giovani proprietari, ma ogni singola fase del processo produttivo del vino. Membri attivi e appassionati della FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti), Claudia e Andrea usano solo le proprie uve, perché solo di queste sono certi della qualità e perché solo queste conoscono la storia che dovranno raccontare nel bicchiere, quella di contrada Valle delle Ferle. Innamorati di ogni singola pianta del loro terreno, Claudia e Andrea se ne prendono cura con costanza ma senza invadenza, nel totale rispetto dei suoi tempi e delle sue potenzialità, fino alla vendemmia, rigorosamente manuale, il momento in cui tutta la famiglia si riunisce per festeggiare la nascita di un nuovo arrivato: il vino di quell’annata! Tenuta Valle delle Ferle non è solo una cantina, ma il luogo in cui Claudia e Andrea cercano di far rivivere ad ogni visitatore, attraverso il loro vino, la storia del territorio di Caltagirone.

La nostra cantina

Parte dei vigneti dell’azienda si trova nei pressi di un’area archeologica in cui sono stati ritrovati frammenti ceramici di età greca, testimonianza dell’antica tradizione ceramica di Caltagirone, splendida città barocca che ha fatto proprio della ceramica il suo punto di forza.

Emblema della città è infatti la Scala Santa Maria del Monte, costituita da 142 gradini, ognuno dei quali decorato con piastrelle di ceramica policroma e con alzata rivestita in maiolica, le cui decorazioni descrivono l’evoluzione del repertorio ornamentale ceramico dal decimo al ventesimo secolo.

Spettacolo che diventa ancora più suggestivo nel mese di maggio, quando migliaia di vasi con fiori vengono disposti nei vari gradini a formare un unico grande disegno in onore della Madonna di Conadomini, e nei mesi di luglio e agosto quando, in onore del patrono San Giacomo prima e della festa di Maria SS.ma del Ponte dopo, migliaia di luci colorate rivestono i gradini della scala creando un maestoso effetto scenografico.

Luogo di grande interesse artistico e culturale è poi il Museo Regionale della Ceramica, dove migliaia di reperti testimoniano come quella delle ceramica sia una tradizione che a Caltagirone si tramanda da millenni.

Ma l’arte a Caltagirone non è solo ceramica. Ne sono testimonianza i Musei civici, il Museo della fotografia storica e contemporanea, il Museo Naturalistico, i Siti Archeologici di Sant’Ippolito e della Montagna e, soprattutto, il suo centro storico che, con la sua architettura splendidamente barocca, è entrato a far parte dell’elenco dei siti patrimonio dell’Umanità tutelati dall’Unesco.

Le nostre degustazioni

Degustazione DISTILLIAMO IL TEMPO - IMAKARA - Società Agricola Srl

DISTILLIAMO IL TEMPO

10,00
a persona
IVA inclusa
Degustazione PRESTO CHE È TARDI - IMAKARA - Società Agricola Srl

PRESTO CHE È TARDI

30,00
a persona
IVA inclusa
Degustazione MI PRENDO UNA PAUSA - IMAKARA - Società Agricola Srl

MI PRENDO UNA PAUSA

50,00
a persona
IVA inclusa
Degustazione FERMIAMO IL TEMPO - IMAKARA - Società Agricola Srl

FERMIAMO IL TEMPO

70,00
a persona
IVA inclusa

x Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze o inviarti pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un suo qualsiasi elemento, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ottenere maggiori informazioni o se vuoi rifiutare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.