Visita alla Cantina Gulfi nel ragusano in Sicilia

0
703
gulfi cantina visita cantina winerytastingisicily ragusa

Welcome in Locanda Gulfi

Winery Tasting Sicily ha il piacere di conoscere e farvi conoscere una realtà vitivinicola e olivicola che da ben tre generazioni unisce continuità, tradizione e innovazione all’amore per la terra.

Ci troviamo in provincia di Ragusa, tra i Monti Iblei, a Chiaramonte Gulfi, all’interno della zona classica del Cerasuolo di Vittoria DOCG, ospiti di Matteo Catania che nella persona del  Hospitality manager Nicola Russo, nostro mentore nelle due giornate di permanenza, ci guida nella conoscenza di un territorio, di una cantina e di una locanda come oggettivazione di una precisa visione e missione familiare.

La Locanda Gulfi, perfettamente integrata nel paesaggio circostante, ci accoglie in modo elegante e caldo; atmosfera perfetta nel nostro freddo e nebbioso pomeriggio di arrivo.

Percepisci tutto il calore dell’ospitalità siciliana: quello umano dei ragazzi che avranno cura di noi durante il soggiorno e quello trasmesso attentamente dalla cura degli spazi e dalla scelta degli arredi, artigianalmente realizzati dai maestri locali. La camera, nella quale riponiamo parte della nostra attrezzatura prima di unirci ad un gruppo di winelovers per la visita in cantina, è spaziosa e dotata di ogni comfort. Essa, come le altre otto presenti nell’ala destra dell’edificio, reca il nome di una contrada che nel nostro caso è possibile ammirare dalla finestra. Ed ecco sorgere le prime curiosità: quali sono le contrade e dove si trovano? quando è nato il presente progetto Gulfi e ad opera di chi? quanto è grande la cantina? bene, diamoci una mossa…usciamo dalla camera e cerchiamo Nicola!

cantina gulfi winery tasting sicily

Mentre scendiamo in cantina ci viene raccontato di Vito Catania che nel 1996 inizia gli scavi di quella che oggi è questa splendida struttura per valorizzare un territorio che da oltre 2000 anni vanta la presenza della viticoltura. Con l’intento di creare unici e prestigiosi Crus, l’azienda ha inoltre provveduto a selezionare le migliori parcelle di terreno non solo nelle contrade di Chiaramonte Gulfi, ma anche a Pachino (in provincia di Siracusa) e a Randazzo, sull’Etna (in provincia di Catania). Con una viticoltura rispettosa della terra e della sua cultura, dell’ambiente e del consumatore la famiglia Catania con la collaborazione dell’enologo Salvo Foti ha sempre coltivato, in sistema biologico, vitigni autoctoni e alloctoni ad alberello le cui uve vengono raccolte a mano da operai locali che possiedono i segreti legati alla conoscenza del terroir e delle tecniche di potatura. La prima vinificazione del 2001 ha inaugurato un importante cammino di crescita che reca nell’ultima etichetta del Cerasuolo di Vittoria Classico DOCG  2017 una dedica all’eccezionale impegno di Nonno Raffaele e Papà Vito. Un impegno che passa anche dalla sala vinificazione, con contenitori unici, fatti su misura, che osserviamo mentre Nicola ci descrive l’ultima tardiva vendemmia, di metà agosto 2019 e la ricca pioggia del precedente mese di maggio, invitandoci ad ammirare la bottaia di 258 botti dove riposerà per sedici/diciotto mesi il vino dell’Etna e per due anni quello di Pachino. Ma andiamo per ordine e cerchiamo di localizzare i 58 ettari di vigneti nei tre territori. 

Nel sito di Pachino in Val di Noto, ad una altitudine che varia da 10 a 40 metri slm, il terreno differente delle quattro contrade garantisce cinque diverse espressioni di Nero d’Avola: nella calcarea Vigna Baroni il corposo “NeroBaronj”; nella vigna Bufaleffi, dal sottosuolo vulcanico, l’elegante “NeroBufaleffj”; nella Vigna Maccari, dal terreno più ferroso, si produce il fruttato ma anche minerale “NeroMaccarj”; mentre dalla Vigna San Lorenzo, con terreno sabbioso e rosso mediterraneo, si ottengono il “Rosà”, Nero d’Avola rosato, che durante la cena il sommelier Rocco ci invita ad apprezzare con assaggio di caponata, e il marino “NeroSanlorè” che ben armonizza il filetto di ricciola con spinaci e purea di patate. Durante la cena degustiamo anche il “Carjcanti” con un flan di porcini e nocciole dell’Etna su fonduta di ragusano e cialdina al sesamo. E visto che viene parliamo di Etna accostiamo anche il “Reseca” ad una millefoglie di verdure su crema di zucca speziata. Ricordi deliziosi! (se poi ci mettiamo pure la cialdina di cannolo con ricotta di mucca, zucchero a velo, pistacchio e velo di carrubba tutto diventa ancor più dolce)

Ma torniamo alla scoperta delle nostre contrade e cerchiamo di localizzare il già degustato Carjcanti. Stavolta andiamo direttamente in loco e in compagnia di Nicola, nella piovosa mattinata di domenica, facciamo un giro in jeep tra le vigne di Chiaramonte Gulfi. Vediamo Vigna Muti e Vigna Campo dove rispettivamente si producono i due bianchi “Valcanzjria” e “Carjcanti” ; Vigna Ragoleti di “Rossojbleo” e Vigna Coste di “Nerojbleo”; assegnando infine, per l’espressione unica e senza tempo di tradizione e sicilianità, un posto di rilievo al “Cerasuolo di Vittoria” della Vigna Stidda e al “Cerasuolo di Vittoria Classico” di Vigna Stidda e di Vigna Coste. Per completare la mappatura e recarci nella Vigna Poggio del rosato “Reseca” dovremmo invece tornare dalle nostre parti; a circa 800/850 metri slm presso le Vigne del Vulcano Etna dove ritrovare la sapidità tannica e la mineralità dell’autoctono Nerello Mascalese e incontrare lo straniero vitigno Pinot Noir che, perfettamente adattato al luogo in cui ha messo radici, egregiamente si esprime nel “Pinò” di Gulfi.

Ma restiamo ancora un poco a Chiaramonte, nella sala BBQ della Locanda Gulfi, accanto ad una ricca grigliata, per invitarvi a vivere l’esperienza della Domenica in Cantina e consigliare a chi desidera apprezzare il calore e la genuinità di un buon pranzo “territorio&tradizione” abbinato ai vini Gulfi; o a chi desidera vivere in unweek end in vigna un contatto a trecentosessanta gradi con il territorio, i suoi prodotti tipici, la sua cultura, di prenotare per godere della gentilezza della signora Maria Rosa e della disponibilità di tutto il personale della locanda che personalmente ringraziamo per aver reso la nostra visita piacevole e interessante. Scoprite tutte le proposte di degustazione e hospitality della Locanda Gulfi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.